Turismo rurale: si comincia dalla coerenza

…per cui, se sono un agriturismo e predico il contatto con la natura e l’alimentazione bio, non posso fare a meno di accogliere anche gli animali domestici. Un atteggiamento che va verso la coerenza di strutture quali gli agriturismi sempre più scelti dai turisti italiani e non solo.

Toprural Italia ci dice che il 28% degli agriturismi in Italia è pet-friendly. Mi sembra già un buon risultato, segno che le strutture iniziano a differenziarsi anche su questo piano: e così finalmente il turismo rurale diventa realmente tale. Costi contenuti, servizi di qualità e la possibilità di accogliere anche animali domestici, fanno degli agriturismi le strutture emergenti nel panorama ricettivo italiano.

Chissà se le strutture indicate da Toprural accetterebbero anche me e i miei 10 gatti... ;-)

Non tenerti tutto per te: condividi :)