Moleskine-pensieri

Moleskine e penna stilo per prendere qualche appunto su ciò che dovrò dire venerdì a Osservatorio Wine. Penso ai miei due anni a Venezia, penso a Laura e Lorenzo che mi hanno consegnato le chiavi 2.0 della città, penso al primo viaggio in vaporetto (45 minuti per raggiungere l’ufficio dalla stazione Santa Lucia, mentre mi dico “non ce la posso fare”), penso al primo pensiero da non-turista su questa città : esiste una faccia nuova di Venezia e bisogna comunicarla”. E ringrazio San Web 2.0 per gli strumenti user-friendly che ci ha donato. Cosicché anch’io, che non capisco una mazza di html e CSS, posso scribbacchiare indisturbata per la Rete in modo (quasi) decente.

Penso a come spiegare che esistono nuovi modi di visitare una città, ai modi di cancellare l’immagine stereotipata che abbiamo di un luogo. E mentre penso a tutto questo, accendo la tv e guardo Cast Away di Zemeckis (2000): un modo un po’ drastico per cambiare l’equazione atollo nel Pacifico = paradiso (s)perduto. Non arriviamo a tanto ;-)

Non tenerti tutto per te: condividi :)