Live blogging from #bto2009

Si parla di disintermediazione, di esperienza, di ugc qui al BTO 2009, Firenze, Stazione Leopolda.

Bto

60 blogger che pubblicano contenuti e invadono la rete con i loro tweets :) e pongono domande ai relatori attraverso i social networks. Sono l’esempio concreto di come il social web permetta oggi di dialogare direttamente con i propri clienti. I turisti oggi sono anche utenti evoluti, anche se – come sottolinea Enrico Bertoldo di Amadeus –  bisogna distinguere tra digital natives (la mia generazione, quella nata e cresciuta con le nuove tecnologie) e i digital immigrants, cioè coloro che alle tecnologie si sono dovuti adeguare.

Sul palco si sono alternati Enrico Bertoldo di Amadeus, Robert Frua di Zoover, Rob Paladino di Oyster, Michele Aggiato di Zoover. Il trend del turismo in Italia è in crescita e anche il mercato online è in espansione. Bisogna tenere conto di settori ancora troppo poco esplorati del turismo, come il turismo religioso che non ha subito crisi quest’anno e il turismo dei centri minori, che permette di mettere in atto quegli accorgimenti che la coda lunga ci suggerisce.

La domanda che resta nell’aria è: gli UGC salveranno il turismo in Italia?

Qui potete seguire la diretta streaming dell’evento; questi gli hashtag ufficiali #bto2009 #livebto per seguirci su Twitter.

Non tenerti tutto per te: condividi :)