Firenze gioca con WhaiWhai

WhaiWhai va avanti e approda a Firenze. In occasione di FirenzeGioca, stasera alle 20.30 si gioca la prima partita, la seconda domani alle 16. Appuntamento a Piazza della Repubblica per una caccia al tesoro divertente e appassionante tra le vie della città. Un modo per godersi una visita davvero alternativa e coinvolgente.

ruyi

Ma cos’è WhaiWhai? Ripercorriamone brevemente la storia:

H-play nasce come start-up che lavora sul concetto di gioco come mezzo per veicolare informazione e unire alla dimensione didascalica quella emozionale. Dal giugno 2008, la società si evolve modificando il suo nome in Log607. Il gioco crea emozione, partecipazione e permette di imparare in modo più veloce ed efficace: tutte caratteristiche che ben si sposano con il turismo contemporaneo, in cui il visitatore desidera vivere un’esperienza unica e coinvolgente, ma soprattutto vuole poterla condividere con altri.


Log607 crea dunque WhaiWhai – play the storyline through the city : un progetto di ampio respiro che vuole far vivere ai turisti una nuova esperienza delle città di cui propone le guide, portando il visitatore a conoscere luoghi insoliti e storie inedite. Il progetto è partito ufficialmente nel febbraio 2008, con la prima tappa del gioco ambientata a Venezia.

Ora il progetto si è esteso anche ad altre città: Roma, Firenze, Verona…

Come si gioca?


Gli strumenti di gioco sono semplici: una guida cifrata in cui le storie e i racconti sono stati scomposti e si leggono attraverso un codice segreto. La tecnologia non è complicata, basta un cellulare abilitato all’invio di sms. Il format consente diverse modalità di personalizzazione che aumentano la qualità del prodotto e il surplus di valore.

L’idea è quella di unire la semplicità del gioco (le regole sono quelle di una comune caccia al tesoro) alla visita turistica, che porta però a scoprire aspetti originali e insoliti delle classiche città d’arte.

Come teorizzano Pine e Gilmore in Economia delle esperienze (2000), la narrazione sta alla base della memorabilità e dell’unicità dell’esperienza. Il turista diventa il protagonista di un’avventura, viene inserito in una cornice narrativa che accresce il suo coinvolgimento e la sua motivazione. Inoltre, il gioco può essere condiviso con altre persone, sottoforma di sfida, aumentando il valore dell’esperienza turistica.

Non tenerti tutto per te: condividi :)